Perchè vivo in camper: viaggi e esperienze di un fulltimers

13,99

Categoria:

Cinque anni, cinquecento mila chilometri, dall’Italia al Tibet, 26 stati attraversati, 3 continenti sono racchiusi nel secondo libro di Cristiano Fabris.

Dopo “Ci aggiorniamo: manuale per conoscere e difendersi dal milaneseadottato”, torna la penna irriverente e pungente di Cristiano o come meglio conosciuto “il Bubris”. “Perchè vivo in camper: viaggi e esperienze di un fulltimers” il nuovo libro che nasce dopo aver abbandonato le stretture e le costrizioni di una vita contemporanea improntata sul lavoro quotidiano e su tutti quei cliché che ne conseguono, per passare ad una vita itinerante in camper.

Passati i quaranta anni il Bubris, trasforma il camper nella sua casa, inventa un nuovo lavoro, trasformando la vacanza in lavoro e viaggiando in lungo e in largo per l’Europa, arrivando sino in Tibet, racconta i mille volti incontrati e il perché della sua scelta.

Si passa dalle storie di sesso e dagli incontri fugali a quelle d’amore, dai paesaggi al senso di libertà, dall’organizzazione quotidiana di una vita in camper, al come creare un lavoro dalla vacanza. Una vera autobiografia “on the road” che trasmette l’idea del camper non come “felicità”, ma come una soluzione a cui non si è mai pensato.

Irriverente e diretto nei termini nelle righe si tocca un po’ tutta l’esistenza umana. Ogni capitolo ha chiari riferimenti fotografici e paesaggistici, ma anche una profonda autoironia che la si trovava nel primo libro. “Nulla è statico o immobile nella vita, nemmeno la casa” si legge nelle conclusioni per il Bubris che con questo libro ci porta a vivere e viaggiare in modo differente: perchè #lamiacasaèdifferente

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Perchè vivo in camper: viaggi e esperienze di un fulltimers”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.